lunedì 17 agosto 2009

Laggiù, nel profondo dei Caraibi…


Dopo anni di attesa e numerose promesse mancate da parte di Lucasarts, esce finalmente Tales of Monkey Island, la nuova incarnazione del videogioco creato nel 1900 da Ron Gilbert (con l'aiuto di Dave Grossman e Tim Schafer) e mai dimenticato da tutti coloro che al tempo lo giocarano.

Perché ne parliamo qui?
Perché, oltre al fatto che siamo da sempre fan di Guybrush Threpwood & soci, la trama di questa nuova incarnazione di Monkey Island (che viene pubblicata a puntate mensili scaricabili dal sito di TellTale Games) ha a che fare con gli zombie.


Eccola qua: cercando di sconfiggere l'acerrimo nemico e pirata zombie LeChuck, (qui a fianco in una nostalgica immagine a 16-bit, proveniente dritta dritta dagli anni '90) il nostro Guybrush Threpwood ne libera il potere voodoo infestando tutti i Caraibi con una maledizione che minaccia di trasformare i pirati in mostri.
Guybrush inizia così un viaggio attraverso i Sette Mari alla ricerca de La Esponja Grande, una leggendario spugna marina famosa per le sue proprietà esfolianti nei confronti della magia voodoo.
Da lì in poi, le vicende che coinvolgeranno i protagonisti del gioco si dipaneranno in modo sempre più oscuro, pericoloso e… demenziale.

Per Pc e Wii.

2 commenti:

Andrea ha detto...

Completamente annichilito dal brivido proustiano dell'attacco di xilofono... peccato che non ho una Wii e sono passato al Mac...

Garamond ha detto...

La Wii DEVE essere il tuo prossimo investimento (fallo per la Va! Fallo per Ricky! Ma fallo, che non costa nemmeno un'esagerazione).

Poi, per il resto, c'è di buono che, visto che il progetto lo ha preso in mano Telltale, c'è la seria possibilità che, come per S&M, escano un sacco di materiali correlati (tipo la tanto amata colonna sonora e –speriamo – qualche stampa degli stupendi disegni che, in questi anni, Steve Purcell ha continuato a dedicare a Monkey island.)

(Qui e godi: http://spudvisionblog.blogspot.com/).

CIC!