venerdì 28 ottobre 2011

Zetacomezombie su Nero Cafè.

Bella chiacchierata con Marco Battaglia sulle pagine di Nero Cafè per la settimana che il magazine ha dedicato ai non-morti (dal 24 al 31 ottobre).
Si parla di The Walking Dead (fumetto e tv), di zombie, del nostro catalogo ad essi dedicato e di un paio di altre cose sparse qua e là.
La trovate QUI (ma poi fatevi un giro tra gli altri post: troverete articoli davvero interessanti).

giovedì 27 ottobre 2011

TWD vol. 10: Ciò che diventiamo.

Di nuovo in movimento. Ma stavolta qualcosa è cambiato: non si viaggia solo per sopravvivere. Stavolta c’è una meta e, più importante, c’è uno scopo.

I rapporti coi nuovi compagni di viaggio sono tesi, soprattutto quelli tra Rick e Abraham; ma, quando si presenta la possibilità di fare nuove scorte e migliorare le proprie capacità di difesa, ognuno sarà costretto a trovare il modo di collaborare.
E se l’ennesima insidia offre l’occasione di dare sfogo alla rabbia e alla frustrazione, il fatto di essere sopravvissuti dà l’opportunità di ripensare a come le cose sono cambiate e di ritrovare il passato e i propri ricordi. Ricordi che, per qualcuno, sono ormai tutto ciò che resta.


Ciò che diventiamo è il decimo volume dell’odissea di orrore e sopravvivenza ideata da Robert Kirkman e resa sulla pagina da Charlie Adlard e Cliff Rathburn. In una terra desolata in cui la società precipita al grado zero, l’umano, per non soccombere, deve ancora una volta aggrapparsi alla propria capacità di adattamento.

Pur con una nuova motivazione per andare avanti, resta la consapevolezza del pericolo in agguato.
La minaccia ha tanti aspetti, non solo quello putrescente dei morti viventi: la depressione, la perdita della fiducia e forse anche la pazzia, sono tutti ostacoli da affrontare per avvicinarsi alla fine del viaggio.

Il decimo volume di The Walking Dead.
Da DOMANI in tutte le librerie.

domenica 9 ottobre 2011

ZOMBINLADEN: The Axis of Evil Dead.

Bin Laden è tornato (sempre che se ne sia mai andato).

ps: occhio alla scena finale: pur trattandosi di un effetto speciale, se siete amanti degli animali potrebbe risultare un po' forte.

mercoledì 5 ottobre 2011

Va ora in onda TWD Webisodes.

Vènghino, siori, vènghino ad ammirare la storia amara e terribile in 6 quadri (per ora sottotitolati in spagnolo) di Hannah e di come ella, per salvare i di lei virgulti da una tremenda fine per mano (e denti) dei non-morti, un giorno addivenì la famigerata e temuta "bycicle girl" della prima stagione televisiva di The Walking Dead (e notino come ci si sia allontanati da ciò che, a suo tempo, Robert Kirkman immaginò e quindi, in ultima analisi, come la "bycicle girl" sia "bycicle" per puro caso).


Ep. 01: UN NUOVO GIORNO

Ep. 02: AFFARI DI FAMIGLIA

Ep. 03: VIOLENZA DOMESTICA

Ep. 04: IL CONSIGLIO DI UN VICINO

Ep. 05: LA MATRIGNA

Ep. 06: TUTTO MUORE

martedì 27 settembre 2011

TWD, al via la web series.

Partirà il prossimo 3 ottobre su AMCtv.com la web series di The Walking Dead ideata e diretta da Greg Nicotero che, in 6 episodi, esplorerà la storia di Hannah (Lilli Birdsell) meglio conosciuta come "bycicle girl", lo zombie che Rick Grimes uccide nell'episodio pilota della prima stagione di TWD e sicuramente tra i più noti zombie dell'intera serie tv.
Il pubblico potrà così scoprire la vita di Hannah prima dell'apocalisse zombie, della sua lotta per sopravvivere e proteggere la propria famiglia mentre il mondo va via via a pezzi e, infine, di come è diventata una zombie.

venerdì 16 settembre 2011

TWD seconda stagione: il poster ufficiale.

Ed eccolo il poster ufficiale della seconda stagione tv di The Walking Dead (che, lo ricordiamo, in Italia partirà il prossimo 17 ottobre sul canale Fox di Sky).
Ora la domanda è: perché poster così belli non li possiamo avere anche noi in Italia?


mercoledì 17 agosto 2011

Zombie Gunship.

Magari alla lunga un po' ripetitivo (come buona parte dei tower defense games), però divertente ed essenziale: un bunker da difendere dagli zombie, dei sopravvissuti da mettere in salvo e unabel AC130 che vola sopra tutto ciò e cannoneggia i mostri.
Lo stile è quello delle registrazioni dei bombardamenti aerei in Iraq e Afghanistan che avrete visto mille volte in tv: immagine in bianco e nero, voce gracchiante delle comunicazioni radiofoniche ed esplosioni lontane che non fanno rumore.
La meccanica è semplice: più zombie fate fuori e più civili salvate, più guadagnate soldi con cui potenziare le vostre armi.
Zombie Gunship pesa 14 MB, è sviluppato per Ipad e Iphone e si scarica per 0,79 euro dall’App Store.

domenica 14 agosto 2011

TWD: AMC licenzia di punto in bianco Frank Darabont.

Vedi alla voce "autogoal in rovesciata" o anche "manovra incomprensibile per il pubblico".
Perché la squadra Darabont/Hurd/Kirkman, pur con diverse cose da  rivedere per la seconda stagione, il mood giusto per adattare The Walking Dead per lo schermo tv l'aveva trovato e, visto che la sfida (vinta) non era stata affatto facile, sembrava a tutti logico che il team venisse riconfermato per la seconda stagione (stavolta veramente una stagione, con 13 episodi attraverso i quali poter dimostrare che AMC faceva sul serio).
E invece pare che AMC volesse tagliare sui costi (girando poco in esterno e tanto in interni) e Darabont su questo non fosse affatto d'accordo (anche perché, se la seconda stagione seguirà il volume 2 della serie a fumetti, saranno quasi tutte scene in esterno).
Ma il brutto è stato che, pur avendo già deciso di escluderlo dalla serie, nessuno di AMC abbia detto nulla a Darabont e che lo abbiano comunque mandato a promuovere la seconda stagione alla ComiCon di S. Diego (almeno così pare).
Altri particolari li trovate nell'articolo di Hollywood Reporter che potete leggere QUI.

sabato 25 giugno 2011

ZOMBonelli: update.


ZOMBonelli è un omaggio affettuoso e divertente di zetacomezombie al lavoro della più grande casa editrice italiana di fumetto, Sergio Bonelli Editore, e ai personaggi che, in oltre settant’anni di attività editoriale, ha saputo creare.

Abbiamo cercato di immaginare quale potrebbe essere la trasformazione di Tex & co. se un’epidemia zombie si diffondesse tra le pagine degli albi Bonelli e, su tale base, abbiamo invitato alcuni disegnatori a dare forma, con il loro segno, a questa versione “Z” dell’universo Bonelli.

Quelli che vedete in mostra in questa installazione sono i primi artisti che hanno accettato di partecipare al progetto ZOMBonelli e di “zombizzare” ognuno un personaggio di casa Bonelli.
Ovvero:

Massimo Bonfatti > Cico
Andrea Borgioli > Mister No
Giuseppe Camuncoli > Dylan Dog
Andrea G. Ciccarelli > Martin Mystère
Carmine Di Giandomenico > Magico Vento
Giuliano Giunta > Tex Willer & Kit Carson
Michele Petrucci > Nathan Never

Il progetto ZOMBonelli inaugura al PICNIC! Festival domenica 26 giugno a Reggio Emilia e continua sulle pagine del nostro blog zetacomezombie.blogspot.com.
Siete tutti invitati.

E, se domenica restate fino a tardi, sul far della sera potrete partecipare alla visita guidata al piccolo cimitero Bonelliano.

giovedì 23 giugno 2011

ZOMBonelli!


Cosa? Chi? Dove? Quando?
Venite al Picnic! Festival domenica 26 giugno (questa domenica) per scoprirlo.

domenica 12 giugno 2011

Fantasy Horror Award 2011 a "The Walking Dead".

E alla fine il Fantasy Horror Award 2011 come "miglior fumetto horror e fantasy" è andato al nostro The Walking Dead.

Ha consegnato il premio (ritirato dal sottoscritto) Alessandro Bottero nella splendida cornice del teatro Mancinelli di Orvieto in una serata che ha visto avvicendarsi sul palco Stuart Gordon, Anna Torv, Bill Moseley, Claudio Simonetti, Kristina Klebe, Uwe Boll e Yoshihiro Nishimura.

E per chi si domanda com'è fatto il premio, eccolo qua:

sabato 11 giugno 2011

Call of the Dead.

Me lo domando spesso: ma come accidenti fa il genere zombie ad essere sempre in anticipo sul resto del cinema?

Sul serio: tracciate una linea che vada da La notte dei morti viventi ad oggi e divertitevi ad individuare ed elencare quanti sono gli elementi introdotti dal cinema zombie che poi abbiamo trovato riadattati e riproposti nel resto della produzione cinematografica mondiale.

Appunto, fino ad oggi quando Call of the Dead segna un punto di svolta: dopo che gli zombie del mondo cinematografico hanno contagiato il mondo dei videogames (il nuovo cinema del XXI secolo), ora è il momento di un ribaltamento.
E questo ribaltamento lo compie Electronic Arts/Treyarch  regalando ad una delle sue espansioni per Call of Duty: Black Operation il marchio "Z" (in pratica l'evoluzione dell'idea che aveva avuto Rockstar per il suo Red Dead Redemption, idea a sua volta figlia di uno spunto di qualche anno prima per un livello segreto della serie di Call of Duty).


Call of the Dead è infatti uno Z-FPS (sparatutto in prima persona a tema zombie) con tutti i crismi. Uno dei tanti se non fosse che è interpretato da attori famosi, vere e proprie icone del cinema di genere.
Meglio: non gli attori in carne ed ossa ma Danny Trejo (Machete), Robert Englund (Freddy Kruger), Micheal Rooker (The Walking Dead), Sarah Michelle Gellar (Buffy) e, ciliegina sulla torta, sua maestà George A. Romero nella parte del leader degli zombie.
Tutti nella loro versione digitale a cui gli stessi attori danno la voce (tranne Romero che non è chiaro se sia stato coinvolto o meno nel progetto).



Capite il cortocircuito?
Quanti anni sono che sentiamo Zemeckis & co. predicare che il performance capture avrebbe reso  immortali i divi del cinema per renderli poi disponibili ad interpretare nuovi ruoli, anche i più assurdi, all'infinito? Ovvero che un nuovo cinema era alle porte, un nuovo cinema i cui criteri di produzione sarebbe stati guidati soltanto dalla bussola della fantasia più sfrenata.
Zemeckis aveva ragione (lui e James Cameron hanno sempre ragione) ma si sbagliava su una cosa: il luogo in cui ciò sarebbe avvenuto non sarebbe stato il cinema (la cui fruizione – e quindi la produzione – restano ingessate in una sorta di ieraticità da secolo scorso) ma qualcos'altro di più nuovo a cui il cinema avrebbe solo tirato la volata.



Ed ecco infatti che EA con Call of the Dead ci mostra il primo passo di quel sogno impossibile per il cinema, creando un film (pardon, un gioco) con un cast da vera e propria fantasia uber-nerd.
A Call of the Dead non serve il performance capture perché è un gioco, non un film. Gli basta il viso degli attori (ridotto ad una texture da applicare a un modello 3D) e la loro voce.
Il resto lo fa la nostra fantasia che, mentre guida i movimenti dei nostri avatar all'interno del gioco (gioca), usa il ponte evocativo dell'iconicità degli attori per farci costruire mentalmente la trama di questo film impossibile (ossia, ci crea il ricordo di un film).



Call of the Dead è un videogame ma parassita l'immaginario cinematografico fin dal trailer, omaggio all'estetica grindhouse, unico luogo mentale (e cinematografico) dove un progetto del genere sarebbe potuto esistere. Diventa un film nella misura in cui i numerosi film e personaggi interpretati dagli attori sono sufficienti, se accostati, a creare un percorso narrativo, ovvero una sorta di montaggio connotativo ejzenštejniano dove nell'accostamento delle immagini più che le inquadrature conta l'accumulo di caratteri sul corpo degli attori.



Call of the Dead è infatti un progetto in grado di riportare in un attimo la dimensione del videogioco a quella più generale del gioco, come a dire che non esiste differenza tra il gioco di ieri (quando, muovendo bambole e pupazzi, assemblavamo un racconto, spesso derivato da visioni cinematografiche o televisive) e il gioco di oggi in cui i pupazzi sono fatti di immagini da muovere su uno schermo.
Ieri come oggi si gioca per comporre la struttura di un percorso narrativo in cui la dimensione del giocatore (come quella dello spettatore cinematografico) non è mai passiva.

E se domani Call of the Dead diventasse un film (o una serie tv) il cortocircuito sarebbe completo.
Esattamente come quello tra cinema e fumetto operato da Mark Millar sul Nick Fury con la faccia di Samuel Jackson in The Ultimates.



ps: ma in fondo siamo sempre all'interno del postmodernismo e del suo gioco di specchi che riflettono specchi, un gioco perfetto per tenere il più lontano possibile la paura tutta moderna di non esserci più quando le cose forse si faranno davvero interessanti (e allora meglio illudersi che il tempo si cristallizzi nel continuo rimasticare dell'esperienza passata).
Non ci credete?
E allora date un occhio anche a questo filmato che colloca il tutto di cui sopra in una diversa prospettiva (che dire "nuova" non è proprio il caso):

Maratona TWD... stanotte su FOX!

Stanotte, a partire dalle 00.30, non perdetevi su FOX la maratona dedicata a The Walking Dead.
Tutta le 6 puntate della prima stagione una di fila all'altra.
E poi domattina, appena finita l'ultima puntata, via a votare il referendum!

venerdì 10 giugno 2011

TWD: iniziano le riprese della stagione 2.


Sono iniziate ad Atlante le riprese della stagione 2 della serie tv The Walking Dead.

AMC ha diffuso due immagini degli zombie e, in parallelo, hanno cominciato a circolare alcune foto rubate dal set (le potete vedere QUI).

TWD: primo visual del videogame.

Durante l'E3 è stato diffuso il primo visual del videogame che Telltale Games sta realizzando su The Walking Dead.

Finora poco è trapelato del progetto se non che ruoterà attorno alla perdita dell'umanità in una situazione priva di speranze.

Protagonista della storia sarà un personaggio creato ad hoc per il videogame, Lee Evert, un uomo che fugge di prigione nelle prime ore dell'apocalisse zombie.  Durante la fuga Lee incontrerà Clementine, una bambina di 7 anni rimasta orfana e deciderà di aiutarla.

Anche se il gioco propone una storia originale, il giocatore potrà visitare alcune delle location presenti nella serie a fumetti (e.g. la fattoria di Hershel) e incontrare alcuni dei personaggi secondari come ad esempio Glenn (cronologicamente, prima della loro comparsa sulle pagine del serie a fumetti).

Non sono date diffuse notizie relative alla data di uscita o alle piattaforme per le quali il gioco verrà sviluppato.

sabato 4 giugno 2011

TWD e "Gli zombie che divorarono il mondo" candidati al Fantasy Horror Award.

Si svolge questo fine settimana a Orvieto la seconda edizione del Fantasy Horror Award, il festival dedicato al fantastico organizzato da Funfactory Entertainment e Sci Fi Universal.

Per la categoria "miglior fumetto horror" candidati due titoli del catalogo saldaPress: "The Walking Dead" e "Gli zombie che divorarono il mondo" (le altre candidature le trovate QUI).

L'annuncio dei vincitori e la consegna dei premi avverrà domani (domenica 5 giugno) alle ore 19,00 nella prestigiosa cornice del Teatro Mancinelli di Orvieto.

Ringraziando per le candidature, incrociamo le dita per domani sera.

mercoledì 1 giugno 2011

Bite me - secondo episodio.

Visto che Mike ha in programma di traslocare, Jeff e Greg decidono di prendere in considerazione dei candidati a prendere il suo posto nell'appartamento.
E così, dopo un'epica sessione di gioco a Dead Rising 2, non appena Mike esce per incontrare la sua fidanzata, i due ricevono uno strano tipo che ha risposto al loro annuncio.
E qual è la cosa peggiore che potrebbe succedere?

Seconda episodio di Bite Me, la web series che mescola zombie e videogames culture.

martedì 24 maggio 2011

Dead Island, qualche scena di gioco.

Ed ecco che finalmente si riesce a dare un'occhiata al gameplay dell'attesissimo Dead Island.
La voce che accompagna il video è di Vincent Krummer, brand manager di Deep Silver.

lunedì 16 maggio 2011

Bite Me - prima puntata.

Va ora in onda su ZTV la prima puntata di Bite Me, webseries di successo prodotta da Machinima.

Se lo zombie outbreak accadesse oggi, tu te ne accorgeresti?
Beh, Mike, Jeff e Greg no. Anche se sono loro quelli destinati a diventare i protettori dell'umanità nella guerra contro i non-morti, questi tre amici hanno diverse cose da fare prima: tipo risolvere i problemi sul lavoro, flirtare con la vicina e uccidere gli zombie a colpi di... joypad.

giovedì 12 maggio 2011

TWD: la serie tv in DVD e Blueray arriva anche in Italia.

Dopo un lunghissima attesa, la prima stagione della serie tv di The Walking Dead raccolta in DVD e Blueray arriva finalmente anche in Italia.
Già prenotabile su shop online come IBS (QUI e QUI), viene segnalata in uscita per il prossimo 22 giugno (anche se, abbastanza stranamente, il sito di Fox Entertainment ancora non ne parla).

domenica 6 marzo 2011

Gli zombie sono i più politici dei mostri?

Da sempre c'è questa idea degli zombie come forza prorompente dallo spiccato sapore politico. Una cosa che probabilmente deve molto sia alle intuizioni anti-capitalistiche di George Romero sia al colpo d'occhio di tutta questa massa di gente (trapassata, ma sempre gente) che avanza diritta verso il proprio obiettivo, quasi come fossimo dentro il celebre quadro di Pelizza da Volpedo (che infatti non è un caso che sia stato adottato anni fa da Dylan Dog come frontespizio degli albi).

Fatto sta che, con la zombiewalk di sabato scorso a Reggio Emilia (e soprattutto con lo straordinario numero di adesioni che ha avuto, il più alto in Italia per questo tipo di manifestazione), questa è una cosa che tutti hanno potuto toccare con mano.

Prima con l'attenzione di Digos e forze dell'ordine (presenti in maniera più o meno discreta prima e durante la manifestazione), poi durante la serata con vari esponenti politici della scena locale che, attirati dal tam tam scatenato dai giornali durante la settimana, si sono cimentati con l'evergreen morettiano del "mi si nota di più se vengo o se non vengo?". E infine, quando il giorno dopo, giornali e televisioni hanno sancito il successo della manifestazione (e quindi hanno dato una legittimità al vero motivo che l'aveva generata: il centro a Reggio Emilia è morto), con la scena politica che, in virtù di questo o di quell'altro motivo, si è appuntata al petto la "Z" della marcia zombie.

Insomma, gli zombie sono scesi in strada innescando un movimento che, ancora adesso, non è facile capire dove andrà a parare.

Per inquadrare meglio la situazione va detto che a Reggio Emilia c'è una giunta comunale targata PD che, come accade ovunque ci sia al una giunta comunale targata PD, riceve costantemente bordate da destra (perché è una giunta targata PD), da sinistra (sempre perché è una giunta targata PD) e dai movimenti tipo quello di Grillo (perché, a prescindere che sia una giunta targata PD, combina poco nei confronti della cittadinanza che dovrebbe amministrare).

Ed è stato così anche per la zombiewalk, perché un migliaio di persone che alle 11 di sera si ritrovano in piazza per manifestare il loro disagio, stanno lanciando un segnale molto forte nei confronti della propria amministrazione locale.

Ma cos'è successo dopo?
È successo che l'amministrazione PD, non sapendo bene che pesci pigliare di fronte a questo ondata non-morta che le è arrivata sotto casa, ha chiaramente rinculato e, come già altre volte è successo, si è messa in attesa che passi a' nuttata.
In parallelo, l'Assessore ai Progetti speciali del Comune, una risposta l'ha data: destinare uno dei teatri presenti in centro ad attività mirate ai giovani. Secondo l'Assessore, Dj set, concerti, performance teatrali (ma, soprattutto, un bar dove le persone possano fermarsi prima e dopo uno spettacolo) potrebbero ripopolare nuovamente il centro. Ma, appunto, ancora è solo una proposta la cui qualità andrà poi verificata se e quando si concretizzerà.
Nel frattempo, però, il Movimento 5 stelle di Grillo, al grido di "Ceeervelloooo", è riuscito a far passare in consiglio comunale la proposta di uno scontrino culturale dedicato alle attività in centro. Praticamente un'iniziativa di risparmio incrociato tra le varie attività di svago/culturali del centro, tipo vai al cinema e con lo stesso biglietto hai uno sconto al pub. A onor di cronaca va riportato anche che, a prescindere dalla qualità della proposta (e del fatto che non si sia parlato di copertura economica della stessa), sono state diverse le voci che hanno fatto notare che questa "appropriazione indebita e non autorizzata di iniziativa popolare" non depone molto a favore di quel concetto di nuova politica che il Movimento 5 stelle porta avanti.

Questo, più o meno, quello che è successo nella settimana successiva all'evento.
Dal che la sensazione che, in fondo, lo sguardo sia ancora rivolto altrove (al problema economico, a quello degli spazi destinati ad attività mirate ai giovani, etc.).
L"altrove" sicuramente giocherà un ruolo fondamentale se questo momento di iniziativa popolare non finirà nel nulla ma, appunto, è altro rispetto a quella che appare come un'esigenza profonda delle persone di reagire in modo creativo – e va sottolineato: creativo – ad una situazione sociale immobile.
Di fronte ad essa, pareva dire la zombie-walk, chi amministra il potere non solo non fornisce più risposte ma, molto peggio, appiattito sul solo aspetto economico della questione, non sa più nemmeno individuare e leggere quali sono le domande.

Insomma, una volontà da parte delle persone di reagire al senso di frustrazione mettendo in campo tutto quello che hanno: sè stesse.

ps: ...e col cavolo che riesci a fare una cosa del genere coi vampiri.

lunedì 28 febbraio 2011

Un grande successo la zombiewalk a Reggio Emilia.

E così può capitare che un sabato sera, a Reggio Emilia, esci di casa e ti ritrovi in mezzo a quella che se cronologicamente non è la prima zombiewalk italiana come scrive Wired, sicuramente, se consideriamo che delle1700 persone che avevano aderito all'iniziativa su FB la maggior parte si è presentata davvero sul posto in tenuta zombie, è stata la più grande zombiewalk tenutasi finora sul suolo italiano (e quindi tra le prime europee? Mah...).


E può capitare che, il giorno dopo, su tutti i quotidiani locali la notizia svetti in prima pagina, con foto su foto sulle pagine (e in rete, insieme ai primi video) che documentano l'incredibile colpo d'occhio di un centro cittadino invaso da un'orda notturna di zombie.



Ma come mai così tanta gente per una zombiewalk?
Probabilmente è merito dell'idea vincente dei bravi organizzatori di reggiozombies.com che hanno deciso di ricorrere a questo tipo di flashmob per concretizzare un problema molto sentito in città – e conosciuto anche nelle province limitrofe –, ovvero che il centro di Reggio Emilia per tantissimi motivi oggi... è un mortorio.



È stato questo sentimento condiviso dai cittadini (e quindi trasversale rispetto alle età anagrafiche) a chiamare in centro ieri un vero e proprio fiume di persone che, con la loro partecipazione, hanno scelto di mandare un messaggio all'amministrazione cittadina dando vita a quella che, alla fine, è stata soprattutto un'allegra festa celebrata attorno alla figura degli zombie.



Una lunga passeggiata, bei costumi e trucchi, le fiamme dei mangiatori di fuoco, le pin colorate distribuite ai primi 300 che si sono presentati alla partenza e, soprattutto, la scenografia del centro cittadino e dei giochi di luce della fontana di P.zza della Vittoria, tutti insieme hanno creato un'atmosfera di grande energia che le foto restituiscono solo parzialmente



Da parte nostra, ci ha fatto molto piacere aver potuto collaborare all'organizzazione di questa bella iniziativa che, per come la vediamo noi, candida Reggio Emilia al ruolo di capitale italiana del movimento zombie.



(Altre foto della serata le trovate sulla nostra pagine FB)

venerdì 25 febbraio 2011

Vi presento... Mortino.

Si chiama Mortino la mascotte della 1° zombiewalk che si terrà domani sera a partire dalle ore 22,00 a Reggio Emilia.

Mortino è stato progettato da Kenneth Bicocchi, uno degli organizzatori della manifestazione, che ha deciso di farne anche un paper toy da scaricare dal sito reggiozombies.com, stampare, ritagliare e... immortalare.

Come il nano di Amélie, però non-morto...

ZOMBIEWALK a RE: ai primi 250 in omaggio la pin.

Prima una notizia di servizio: per motivi di ordine pubblico, l'inizio della zombiewalk di domani è anticipato alle ore 22,00 (e quindi non più all'una di notte, come precedentemente comunicato).

Detto questo, c'è un motivo in più per essere in P.zza Roversi (P.zza del Cristo per i reggiani) puntuali per l'inizio della manifestazione: perché i primi 250 che arriveranno, riceveranno gratis – un applauso per la parola gratis – la maxi-pin dell'evento (sì quella della foto in alto che qui sotto, però, potete vedere meglio).


Chi ce l'avrà, potrà appuntarsela al petto e bullarsi con gli amici. Per gli altri sarà solo pianto e stridore di denti...

REGGIO EMILIA = CITTA' MORTORIO - Flashmob Zombiewalk a Reggio Emilia
è organizzata da reggiozombies.com
in collaborazione con saldaPress e zetacomezombie

mercoledì 23 febbraio 2011

E finalmente una zombiewalk a Reggio Emilia.

(AGGIORNAMENTO del 24/2/11 in fondo al post)

La tanto attesa – non solo da chi scrivezombiewalk a Reggio Emilia è finalmente arrivata e si terrà nella notte tra sabato 26 e domenica 27 febbraio (questo fine settimana), organizzata da reggiozombies.com in collaborazione con noi di zetacomezombie e saldaPress.

Oltre al sempre valido motivo che una zombiewalk si organizza perché è una cosa divertente, stavolta ce ne è anche un altro: manifestare tramite un flash mob (la zombiewalk, appunto) il disappunto di alcuni cittadini per il fatto che il centro della città, da tempo privato di attività dedicate allo svago serale, si è progressivamente trasformato... in un mortorio. E quindi l'idea è quella di sfilare in corteo come zombie e rendere la cosa palese.

Sul sito reggiozombies.com e sulla pagina FB dell'iniziativa, oltre a tutte le informazioni per partecipare all'evento e a qualche consiglio per realizzare il vostro make-up non morto, troverete la googlemap del percorso del corteo zombiesco e il PDF del flyer dell'iniziativa (da stampare e diffondere).

La rivoluzione zombie parte da Reggio Emilia!

AGGIORNAMENTO del 24/2/11: per motivi di ordine pubblico l'orario della partenza della zombiewalk è anticipato alle ore 22.00 di sabato 26 febbraio (con ritrovo sempre in P.zza Roversi a Reggio Emilia, conosciuta anche come P.zza del Cristo).

lunedì 21 febbraio 2011

Spot zombie per Starburst.

Certe idee ti annoiano a morte. E non sono certo più contraddittorie di quella che prevede l'esistenza di un morto vivente. Parola delle caramelle Starburst.

domenica 20 febbraio 2011

TWD: il videogame.

Telltale Games, già distintasi per aver riportato agli appassionati del genere adventure serie gloriose come Sam and Max e Monkey Island, per aver firmato un accordo con Universal per lo sfruttamento videoludico dei marchi Jurassic park e Back to the future e per avere stretto una partnership con DC Comics per Fables (la serie a fumetti creata da Bill Willingham), ha annunciato che produrrà un videogame a episodi ambientato nel mondo dalla serie a fumetti di The Walking Dead.

La notizia è stata confermata dallo stesso Robert Kirkman in questa intervista rilasciata a IGN.

La data di uscita del primo episodio della serie è prevista per l'autunno, probabilmente in concomitanza con la messa in onda della seconda stagione della serie tv.

QUI potrete iscrivervi per avere maggiori informazioni e scaricare gratuitamente un wallpaper disegnato da Charlie Adlard.

venerdì 18 febbraio 2011

Dead Island.

Quello di Dead Island, FPS/survival horror sviluppato dalla software house polacca Techland, è probabilmente il trailer più cliccato e visto in questi giorni in rete.

Merito dell'ottima regia e della scelta della colonna sonora che, in poco più di 3 minuti di filmato, riescono a condensare alla perfezione l'atmosfera di quello che si preannuncia già come un gioco molto atteso (si parla di un'uscita per XBox360, PC e PS3 per fine anno).

martedì 15 febbraio 2011

TWD action figures: aggiornamenti.

Dopo l'annuncio degli scorsi giorni che sarà la McFarlane Toys a produrre le action figures di The Walking Dead (in due serie: una ispirata ai personaggi del fumetto, l'altra a quelli della serie tv), ecco che dalla Toy Fair 2011 che si tiene a New York in questi giorni arrivano le prime immagini di quello che fra qualche mese troveremo in tutti i negozi, insieme ad un'intervista a Todd McFarlane in persona.

Tutti i particolari (oltre a un sacco di foto) nel pezzo di MTV Geeks che potete leggere QUI.

Night of the living Trekkies.

Dopo Orgoglio e Pregiudizio e Zombie, il mashup con protagonisti gli zombie continua a imperversare in libreria.

Stavolta è il turno dei trekkies che dovranno vedersela con un'invasione zombie in piena regola che inizia proprio durante la quinta edizione della GulfCon, la più grande convention del sud degli Stati Uniti dedicata ai fan di Star Trek.

Questo il soggetto di Night of the living trekkies, un divertente libro firmato da Kevin David Anderson e Sam Stall che entusiasmerà sia gli amanti del genere zombie sia gli appassionati della saga creata da Gene Rodenberry.
E noi siamo pronti a scommettere che questo diventerà il prossimo successo editoriale di Quirk Books.

Fate un salto sul sito di Quirk Books e poi godetevi l'ottimo book-trailer:

lunedì 14 febbraio 2011

A San Valentino l'amore non muore mai.

Un divertente video made in Italy fatto apposta per celebrare anche la festa degli innamorati all'insegna della "Z".

Zombie love, firmato dal gruppo videomaking indipendente riunito sotto il nome di The Jackal (date un occhio al loro sito QUI), racconta una storia d'amore e non-morte destinato a divenire un piccolo cult tra gli appassionati.

Come ha commentato qualcuno, Sam Raimi e Don Coscarelli sarebbero orgogliosi di loro.

domenica 13 febbraio 2011

Dylan Dog, il film. Dellamorte Dellamore, il DVD.

Per dovere di completezza non possiamo esimerci dal segnalare che il film di Dylan Dog uscirà il 16 marzo in Italia (anche se, detto tra noi, da quello che si è già visto sono pochi i dubbi sul fatto che si tratterà di qualcosa che la storia del cinema –zombie e non – non ricorderà a lungo).



Segnaliamo invece con piacere che il bell'adattamento di Michele Soavi di un altro classico Sclaviano, Dellamorte Dellamore, ritorna più o meno nella stessa data (il 22 marzo, senza dubbio per sfruttare il traino del film di DD) in una collector's edition in 2 dischi all'interno della collana cineKult del catalogo Cecchi Gori Homevideo (tutte le info QUI).

TWD nella classifica di vendita di IBS.

La marcia degli zombie targati saldaPress procede inesorabile anche nel mercato on-line dei libri e la serie a fumetti di The Walking Dead si conferma  come il più grande successo di vendite dell'ultimo anno in Italia.

Delle prime 10 posizioni della classifica dei libri a fumetti più venduti su IBS, infatti, ben 7 posizioni rimangono saldamente in mano alla serie scritta da Robert Kirkman (e probabilmente sarebbero 8 – ovvero tutti i volumi finora pubblicati sarebbero in classifica – se, per un errore di registrazione, il vol. 3 della serie non fosse stato spostato nella categoria "arte").

sabato 12 febbraio 2011

Le action figures di TWD firmate McFarlane.

Secondo quanto rivelato da MTV Geek, la McFarlane Toys si è aggiudicata i diritti di produzione delle action figures di The Walking Dead e quindi, grazie a due accordi separati (uno con AMC e un altro con Robert Kirkman), il prossimo autunno porterà nei negozi ben due linee di action figures, una dedicata ai personaggi della serie tv e un'altra a quelli del fumetto.

La prima serie, quella relativa al fumetto, sarà in vendita a partire da settembre 2011 e sarà così composta:

THE WALKING DEAD Serie 1
========================
• Agente Rick Grimes
• Michonne
• Zombie Appostato (Lurker)
• Zombie Vagante (Roamer)

La seconda serie, quella relativa al telefilm, sarà in vendita a partire da novembre 2011 e sarà così composta:

THE WALKING DEAD Serie 2
========================
• Sceriffo Rick Grimes
• Daryl Dixon
• Zombie Camminatore (Walker)
• Zombie Azzannatore (Biter)

Tutte le action figures saranno alte circa 15 cm, snodabili e con particolari removibili che faranno la felicità di tutti i fan, come ad esempio viscere e teste esplose.
Il prezzo al pubblico di ogni action figure sarà di $ 14,99.

mercoledì 9 febbraio 2011

Fatevi zombizzare da Rob Sacchetto.

Dopo aver realizzato un paio di libri sul tema (The Celebrity Dead Exposed The Zombie Handbook) il canadese Rob Sacchetto è diventato una piccola celebrità nel mondo d'oltreoceano dell'illustrazione zombie.

Oggi, per soli 80/90 dollari, Sacchetto realizza per ognuno una vera zombizzazione della propria immagine – il prezzo cambia a seconda che la desideriate in b/n o a colori – consegnando al committente un vero originale formato A4 dipinto su carta, non una stampa da un file manipolato a photoshop.
A prezzi differenti Sacchetto realizza anche zombizzazioni di coppie, di gruppi e persino di animali.
È proprio vero che nel grande mondo degli zombie ognuno trova la sua strada...

Il sito di Rob Sacchetto lo trovate QUI.

lunedì 7 febbraio 2011

Zombie terrors.

La casa editrice Asylum Press presenta Zombie Terrors, un'antologia a fumetti che non può mancare sullo scaffale di ogni appassionato del genere con la "Z".

15 racconti firmati da numerosi autori tra cui Tim Vigil (Faust), Szymon Kudrasky (Spawn), Frank Forte (Billy Boy) e altri che, in oltre 180 pagine si cimentano con la figura dello zombie.

Forse il risultato complessivo è un po' discontinuo – è il rischio sempre in agguato in progetti di questo tipo – ma ci piace lo stesso l'approccio indie adottato da molti degli autori, abbastanza in linea con il resto dei prodotti pubblicati dalla casa editrice.

QUI alcune pagine di preview tratte dall'antologia.

venerdì 4 febbraio 2011

The Walking Dead: Nati per soffrire.

In tutte le librerie, Nati per soffrire, l'ottavo volume della serie The Walking Dead scritto da Robert Kirkman e disegnato da Charlie Adlard.

Ora è il momento della verità, il tempo della resa dei conti. Scampato alla vendetta di Michonne, il Governatore guida gli abitanti di Woodbury all’assalto del carcere. Ma non è lui il vero nemico di Rick Grimes e del gruppo asserragliato dietro i recinti. Il loro vero nemico è il dubbio. Cosa fare per sopravvivere? Restare e resistere o, invece, abbandonare tutto e rimettersi sulla strada? Qualunque scelta verrà fatta non sarà facile e porterà con sé delle conseguenze dolorose.

Credere che nel mondo dopo l’apocalisse almeno le guerre fossero finite è stato un errore. L’istinto di sopravvivenza e la sete di vendetta scatenano ancora la violenza degli uomini. E, come in ogni guerra, alla fine la solo differenza è quella tra chi resta in piedi e chi rimane a terra tra le vittime.

Introduzione del volume di Mauro Uzzeo.

Per acquistarlo on-line, cliccate QUI.

giovedì 3 febbraio 2011

Blaming George Romero.



A Sam la propria vita non piace. Non gli piace il lavoro e non gli piacciono un sacco di altre cose. Per questo, quando può, insieme ad un piccolo gruppo di amici, si rifugia nei videogiochi e nei film... soprattutto quegli con gli zombie.
Sam e i suoi amici sono così scontenti delle loro vite che preferirebbero di gran lunga vivere in un mondo popolato di zombie. E così, quando sembra proprio che un'apocalisse zombie stia per iniziare, si lanciano, pronti ad affrontare le orde dei non-morti come farebbero dei veri sopravvissuti.

Questa in sintesi la trama di Blaming George Romero, film a basso budget diretto da Robert Lise che così, a occhio, deve non poco all'esilarante Shaun of the Dead.

Maggiori informazioni QUI.

mercoledì 2 febbraio 2011

PromoZione per le librerie.

Questo mese, in occasione dell'uscita del volume 8 di The Walking Dead (Nati per soffrire), abbiamo deciso di lanciare una promozione dedicata a trenta librerie sparse su tutto il territorio italiano.

L'obiettivo della promozione è quello di far meglio conoscere ai lettori la collana "Z" all'interno della quale compare TWD fornendo quindi alle fumetterie, oltre ai vari materiali promozionali, anche un certo numero di copie dei volumi della collana "Z" finora pubblicati da poter esporre tramite l'apposito espositore da terra (quello dell'immagine in apertura).

Di espositori, poi, ne è stato realizzato anche uno da banco (con la stessa grafica di quello da terra) contenente delle cartoline cartoline promozionali e, insieme ad esse, una locandina "Z" da esporre in vetrina.



Qui di seguito trovate l'elenco delle librerie che hanno aderito alla nostra iniziativa. Se vi capita di vedere la nostra "Z" che occhieggia da qualche vetrina, dateci una voce per dirci che ve ne pare:

• CASA DEL FUMETTO VIA Gino Nais DAL 10 AL 29 00136 ROMA (RM)
• PAN STORE PADOVA VIA Petrarca, 7 35100 PADOVA (PD)
• SUPERGULP VIA Ripa di P.ta Ticinese, 51 20143 MILANO (MI)
• SUPERGULP VIA Rosa, 26 30174 MESTRE (VE)
• MEGA COMICS CIVITANOVA MARCHE (MC)
• COMIC HOUSE SARZANA (SP)
• NEVERLAND BARI (BA)
• KISSA COMICS PADOVA (PD)
• STAR SHOP PERUGIA PERUGIA (PG)
• STAR SHOP ROMA ROMA (RM)
• ALASTOR Via Mezzocannone N.7/7bis 80134 NAPOLI(NA) Tel. 081/5527865
• ALASTOR Via Cattaneo N.5 28100 NOVARA (NO) Tel 0321/390512
• FORBIDDEN PLANET Via Pinerolo N.11/15 00182 ROMA (RM) Tel.06/70305702
• LIBRERIA ACME Via San Martino N.6/A Ancona (AN) Tel 071/2075365
• 901 COMICS RESORT Via Dante di Nanni N.49 Torino (TO) Tel 011/4331337
• ALASTOR S.r.l. C/o Milano Fumetto Via Volta N.15 Cap. 20121 MILANO Tel. 02/6590162
• COMICS CORNER Via Fiasella N.62 Genova tel 010/8686950
• ANTANI COMICS Via Armellini N.6 05100 Terni Tel 0744/471523
• ALASTOR S.r.l. Via Alcide De Gasperi N.50/52 Cap. 81100 CASERTA Tel. 0823/324621
• FUMETTI IN GONDOLA Viale Tirreno n° 86 Sottomarina (VE) Tel 041/4967706
• ARKHAM Via Adige N.13/15 Frosinone Tel 0775/251341
• ALASTOR S.r.l. Traversa Dante N.31/C Cap. 83100 Avellino Tel. 0825/781379
• KINGDOM OF COMICS Viale Kennedy N.43 Gorgonzola (MI) Tel 02/95301059
• COMIX FACTORY Via Buccini N.23 81100 CASERTA Tel 0823/1873047
• COMICS  & DINTORNI Via Bocci N.67/75 50141 FIRENZE Tel 055/415614
• LE NUVOLE PARLANTI Viale Ippocrate N.13 00182 Roma Tel 06/4402688
• LORIGA FUMETTI Piazza Garibaldi N.7/8 Cagliari Tel 070/659374
• REGGIO COMICS 1, Via Emilia S. Pietro Reggio Emilia (RE) Tel. 0522.445079
• REGGIO COMICS 2, Corso Garibaldi 19/A Reggio Emilia (RE) Tel. 0522.445079
• GASP COMICS, Via Guido del Cassero, 34 61032 Fano (PU) Tel. 0721.830577